Stanza che si trasforma

Gli architetti Braden Caldwell e Michael Chen hanno presentato una soluzione capace di gestire al meglio lo spazio,  trasformando la stanza di un monolocale in più stanze capaci di soddisfare le diverse esigenze.

Stanza che si trasforma

Stanza che si trasforma

L’appartamento contiene tutti gli elementi necessari per vivere, lavorare, dormire, uno spogliatoio, una cucina, sala da pranzo e bagno, il tutto in 120 metri quadrati.

Come è stato possibile gestire al meglio lo spazio?

L’ottimizzazione degli spazi è stata possibile grazie ad un elemento scorrevole motorizzato, che scivola da un capo all’altro della stanza mostrando le zone giorno o quelle notte. Il modulo, allontanandosi dal muro, scopre una zona spogliatoio e quando è  completamente esteso, si crea lo spazio per un letto matrimoniale ribaltabile. Il televisore ruota di 180 gradi per permettere la visualizzazione sia dalla zona giorno sia della zona notte. Quando il letto è chiuso lo spazio viene utilizzato per altro dando lamsensazione di una maggiore superficie sfruttabile. Una coppia di ante scorrevoli permettono di scoprire la scrivania o la zona di intrattenimento. La cucina risulta essere molto spaziosa con scompartimenti nascosti che permettono di conservare di tutto.  L’uso  di colori chiari per le pareri  contribuisce a dare l’illusione di uno spazio molto più grande.

Una soluzione simile ancora più estrema la puoi trovare qui

Daniele Pirotta

Appassionato di Tecnologia, Innovazione, Design e utilizzatore convinto di Linux, amo la musica classica, ho studiato Pianoforte al Conservatorio di Trapani “Antonio Scontrino” e mi diverto a tradurre in musica le mie idee.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *