Migrazione da tophost a CheWeb

Eccomi, mi sono assentato per un po di tempo, impegni di lavoro mi hanno tenuto lontano dal mio blog, appena ripreso mi accorgo che sta per scadere il mio fornitore dell’hosting tophost, la scelta inizialmente è stata dettata dalla voglia di creare un blog, essere online con un prezzo davvero contenuto e tophost rispettava le mie aspettative.

Migrazione hosting

Migrazione hosting

La scelta

Tuttavia a seguito delle interruzioni che ho riscontrato nei periodi di utilizzo, a dire il vero più passava il tempo e sempre più stabile diventava, ma capitava non di rado che il blog fosse non raggiungibile presi la decisione di cercare una alternativa, grazie alla Community  WordPress Italy+ ho scoperto CheWeb, con piani chiari, servizio affidabile in tempi rapidissimi e soprattutto in molti prima della scelta nel parlavano benissimo, per cui piano in scadenza, mi affretto scelgo e acquisto il mio piano “Lola”.

Errori da evitare

Con mia grande leggerezza non ho effettuato la copia di backup nei giorni precedenti rinviando la cosa al penultimo giorno, in cui mi accorgo che non ho più accesso ai miei file in quanto essendo già iniziata la procedura di migrazione verso un altro spazio hosting tophost mi impedisce di accedere ai miei file con un contratto ancora in essere. Avevo per fortuna una copia del DB grazie a “BackWPup” e questo era un pensiero il meno per il resto invece è intervenuto il mio amico +Alessio Luparelli che essendo un professionista del settore è riuscito a recuperare il mio vecchio IP e scaricare via FTP tutti i file necessari, risultato… sito migrato con successo su CheWeb.

Vi invito quindi a porre la massima cura e attenzione ad operazione che potrebbero sembrare banali ma che possono trasformarsi in un assoluto disastro.

Daniele Pirotta

Appassionato di Tecnologia, Innovazione, Design e utilizzatore convinto di Linux, amo la musica classica, ho studiato Pianoforte al Conservatorio di Trapani “Antonio Scontrino” e mi diverto a tradurre in musica le mie idee.

Potrebbero interessarti anche...

6 Risposte

  1. Andrea ha detto:

    Complimenti per la scelta. Anche io sono passato da altro provider ( Aruba) a cheweb.it . Ho acquistato però il piano hosting Susanna in quando avevo un sito di medie grandi dimensioni per ecommerce. Ho chiesto
    Cortesemente una mano peril trasferimento del sito web, che mi è stato fatto in modo perfetto e totalmente gratuito dal
    Supporto di cheweb. Li ho trovati professionali ed ottimi sia nei servizi che nell assistenza, li consiglio anche io

  2. Daniele Pirotta ha detto:

    Ciao Andrea, grazie del tuo contributo, anche io sono estremamente soddisfatto, tutte le volte che ho chiesto supporto via chat la risposta è istantanea, anche a me inizialmente erano stati disponibili per farlo loro, tutto gratuitamente, io ho preferito fare da me, ma sapere che hai un supporto cosi forte ti da tranquillità.
    Ho scoperto CheWeb per caso grazie a Google+ e mi accorgo che se ne parla sempre di più e sempre bene, questo significa solo che lavorano bene.
    Ciao
    Daniele

  3. Marco ha detto:

    Abbiamo utilizzato CheWeb per un periodo superiore all’anno, soprattutto peri costi molto competitivi.
    Ma in seguito a problemi di disconnessione dei servizi, e impossibilità ( piuttosto fastidiose ) di utilizzare accedere alle mail abbiamo preferito affidarci a operatori più conosciuti e affidabili.
    tutti i traslochi poi richiedono altro tempo e disservizi. Sinceramente ora a mie spese ho imparato che affidabilità, comodità e tempo valgano la spesa di qualche euro in più, quindi non credo che consiglierei Cheweb.

    • Daniele Pirotta ha detto:

      Grazie per il tuo contributo, posso chiederti quale è stata la tua scelta?

      • Marco ha detto:

        Ciao Daniele, certo.
        Il servizio mail è stato affidato a gmail.com, anche per sfruttare l’offerta di maggior spazio ed i diversi servizi web based condivisi che risultano molto utili nel lavoro in team. Per l’hosting del sito (ma premetto che non abbiamo shop on line quindi abbiamo ricercato affidabilità ma senza servizi aggiuntivi) credo si chiami KeliWeb, per ora nessun problema riscontrato, e molta disponibilità da parte degli operatori. Sia Gmail che Keliweb.
        A presto.

        • Daniele Pirotta ha detto:

          Anche io ho deciso di utilizzare come servizio mail Gmail, per i motivi da te indicati, incuriosito sono andato a curiosare su http://www.keliweb.it e ho visto che l’offerta prevede diversi piani
          KeliUser 19,90 anno + IVA
          KeliPro 39,00 anno + IVA
          KeliCMS a 59,00
          ed infine un piano molto professionale a 199,00
          tu quale hai scelto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *